Il sito internet del Dealer come potente strumento di vendita attiva

Chi siamo, dove siamo e cosa vogliamo comunicare.

Vogliamo farci conoscere o vendere auto e servizi? Qualcuno dirà che la conoscenza significa anche promozione e quindi vendite. Solo in parte.

Un sito internet nel passato era un biglietto da visita oggi è un potente strumento di vendita attiva.

Dobbiamo decidere se utilizzarlo come un corollario delle vecchie pagine bianche o farlo diventare uno strumento di comunicazione e di promozione attiva dei nostri contatti.

Alcuni settori sono stati completamente stravolti dalla logica del web. Pensiamo all’editoria, all’elettronica o alla musica. Altri come l’auto, i prodotti industriali o l’immobiliare lo sono stati apparentemente meno soprattutto in considerazione della complessità del prodotto e dei suoi costi. Provate ad immaginare però di promuovere la vendita di un immobile senza pubblicarlo, direttamente o tramite l’agenzia, sui principali portali immobiliari. Tolto il classico passaparola di quartiere se il cliente non vi vede su quei portali, e soprattutto se il vostro immobile non è accuratamente provvisto di una dettagliata rassegna fotografica, rimarrete nell’anonimato con pochissime probabilità di venderlo in tempi rapidi e al prezzo che desiderate.

Il cliente, oggi, difficilmente vi farà l’ordine di un’autovettura via internet e tanto meno il pagamento on line. Ma questo è solo il riflesso di una situazione che in futuro potrebbe cambiare. Un esempio: Vendere una vettura usata senza vederla, toccarla o salirci a bordo. Impossibile?

Negli USA il gruppo Carvana sta avendo molto successo (www.carvana.com). L’auto viene presentata con una navigazione tridimensionale. Lo stato d’uso è accuratissimo e dettagliato. La consegna è direttamente a casa del cliente e se il cliente non è soddisfatto entro 8 giorni la può restituire. Basta vedere come vengono presentate queste vetture per capire che è molto più comodo per il cliente fare la propria scelta comodamente a casa che girare concessionari, rivenditori e salonisti per trovare qualcosa che sia simile alla sua idea di acquisto.

Le tendenze e le abitudini stanno cambiando a ritmi velocissimi. Bisogna decidere se avere un ruolo di innovatori, anticipando il comportamento dei consumatori, o rimanere dei followers con il rischio che altri siano più rapidi di noi.

Chi siamo, cosa vogliamo comunicare e soprattutto quale peso vogliamo avere nel mondo digital. Siamo un’azienda piccola, media o grande, in una provincia a bassa densità di popolazione o in una grande metropoli? Vogliamo comunicare: Esistiamo! Siamo qui! O vogliamo provocare uno forte stimolo all’acquisto tale per cui il cliente ci contatterà o verrà a visitare il nostro salone di vendita.

Tutto dipende dalla giusta elaborazione di una strategia digital.